MICHELOT Pierre

 

MICHELOT PIERRE (B)

Saint Denis Seine, Parigi. 3/3/1928. – Francia. 3/7/2005.

Ha iniziato l’attività nel 1946 suonando in varie orchestrine da ballo. Dal 1948 è stato uno dei più richiesti musicisti europei che ha accompagnato i musicisti americani di passaggio in Europa. Ha suonato con Rex Stewart, Sidney Bechet, Dizzy Gillespie, Roy Eldridge, Clifford Brown, Coleman Hawkins, Thelonious Monk, Lester Young, Miles Davis, Bud Powell, Kenny Clarke, Stan Getz. Ha fatto parte dei “Bebop Minstrels” di Hubert Fol, delle orchestre di Tony Proteau e di Aimé Barelli. Nel 1953 ha registrato con Django Reinhardt, conosciutissimo nei vari club parigini. Dal 1960 è con i Play Bach di Jacques Loussier, ha avuto un suo trio insieme a Maurice Vander e Bernard Lubat. Senz’altro il miglior bassista francese ed il migliore del vecchio continente nell’ambito del bop. Nel 1962 è stato insignito del premio Reinhardt dell’Accademia Francese del Jazz. E’ anche un ottimo arrangiatore.

Discografia:

Hum !.

Rene Urtreger (p) Pierre Michelot (b) Daniel Humair (dr)

Laura / Airegin / C.T.A. / A night in Tunisia.

(Carlyne CAR007)

Parigi, 5-8 Settembre 1960.

.

Jazz At The Blue Note.

Pierre Michelot (b) Kenny Clarke (dr) Maurice Vander (p)

Take The “A” Train [4:50] / Willow Weep For Me [5:35] / Walkin’ [7:30] / Autumn Leaves [5:25] / I’ll Remember April [7:20] / The Nearness Of You [4:30] / Django [5:45] / Blue Lester [3:50]

(Fontana PHCE 4187)

the Blue Note, Parigi, 1961.

Round About A Bass.

Roger Guerin, Maurice Thomas, Fred Gerard (tr) Charles Verstraete, Raymond Katarzinsky (tb) Raymond Guiot (fl,pic) Georges Grenu (ss,st) Michel Portal (sa) Pierre Gossez (st,sb) Armand Migiani (sb) Maurice Vander (p) Pierre Michelot (b) Christian Garros (dr)

Klook’s shadow / Cherokee.

Roger Guerin, Maurice Thomas, Fred Gerard (tr) Charles Verstraete, Benny Vasseur (tb) Raymond Guiot (fl,pic) Georges Grenu (ss,st) Michel Portal (sa) Pierre Gossez (st,sb) Armand Migiani (sb) Maurice Vander (p) Pierre Michelot (b) Christian Garros (dr)

Akkilino / Elephant green / Bye bye, blackbird / Sweet feeling.

(Mercury 125500) Parigi, 3-4 Luglio 1963.

Roger Guerin (tr) Georges Grenu (ss) Maurice Vander (p) Pierre Michelot (b) Christian Garros (dr)

Gavotte / Sous les ponts de Paris / Chet.

(Mercury 125500) Parigi, 4 Luglio 1963.

Four Seasons In Jazz.

Roger Guerin, Yvan Julien (tr) Dominique Cganson, Johnny Griffin (st) Jean-Louis Chautemps (sb) Fats Sadi (vib-perc) Raymond Fol (p-cel) Pierre Cullaz (g) Jimmy Woode (b) Art Taylor (dr) Pierre Michelot (dir)

Concert : Spring – Summer – Autumn – Winter.

(Philips P 70306L)

Parigi, 9-15 Luglio 1965.

Live Au Dreher.

Pierre Michelot (b) Kenny Clarke (dr) Walter Davis (p)

Confirmation / All God’s Chidren Got Rythm / Celia / X.WD / Little Benny / Round About Midnight / John’s Abbey / 52nd Street Theme / Monk’s Mood.

(Night And Day NAD1004)

Parigi, 27-28 Marzo 1981.

.

Vander Michelot Lubat.

Pierre Michelot (dr,melodica) Bernard Lubat (b) Maurice Vander (p)

Saint Thomas [2:39] / Les Don Juan [4:55] / Girl Talk [3:18] / Calvitie [4:23] / Cecile Ma Fille [3:05] / Berimbau [4:31] / C’est Ca La Vie [2:45] / For Lena And Lennie [5:42] / Berceuse A Pepe [4:05] / The Cat [5:03] / Le Coq Et La Pendule [5:34] / Work Song [3:05]

(Owl Records OWL 039)

Longueville, Francia, 2-4 Settembre 1984.

Bass And Bosses.

Toots Thielemans (arm) Pierre Blanchard (viol) Maurice Vander (p) Pierre Michelot (b) Billy Higgins (dr)

The Peacocks / Gdochild / The Jitterburg Waltz / Quarte’s Fever / A Child Is Born / Big Meeting / Blues In The Closet.

(Emarcy 842 531-2)

Parigi, 10-11 Dicembre 1989.chiusura

MICHELS WALTER (P)

Chicago, Illinois. 17/5/1895.

Pianista professionista, ha suonato nei teatri e nei cinema del cinema muto. va ricordato per aver composto insieme a L.McPhail la canzone di successo incisa da orchestre e da musicisti di jazz “Sam”.chiusura

MICHIHIRO SATO (SHAMISEN)

Michida, Tokyo, Giappone. 1957.

Musicista scoperto nel 1984 da John Zorn, che è stato anche il produttore del primo disco inciso da Sato. Musicista che suona lo shamisen, strumento che insieme allo shakuhachi ed il koto è il più conosciuto in Giappone, nel quale è stato importato nel sedicesimo secolo. Questo strumento è simile al banjo, è a tre corde di seta, con il manico privo di capotasti e suonato con un grosso plettro d’avorio. Sato lo usa nel modo classico e tradizionale della musica rituale giapponese, quindi curando il suono e non le implicazioni ritmiche.

Discografia:

Rodan.

Michihiro Sato (shamisen) Steve Coleman, Ned Rothmberg (sa) Bill Frisell, Fred Frith (g) Elliot Sharp (g-b/el) Mark Miller, Mark Dresser (b) Luli Shioi (b/el-vc) Tom Cora (cello) Ihue Mori, Sam Bennett, Joey Baron, Gerry Hemingway (dr) Nicolas Collins (str/el) Christian Marclay (giradischi) Tenko (vc)

Rodan (Numero ventitrè brani intitolati dalle iniziali degli esecutori, con i quali Sato man mano si accompagna.

(Hat Art CD 6015) New York, 11-16 Aprile 1988.chiusura

MICROSCOPIC SEPTET (THE)

Gruppo nato nel 1980. Fondato da Phillip Johnston e Dave Sewelson. Gruppo che non ha mai raggiunto la notorietà che avrebbe meritato, ma è passato come una meteora dalla brevissima vita. Qualcuno ha addebitato questo mancato esplois per la poca attenzione riservatagli dalle case editrici. Il complesso ha proposto una musica intellettualmente molto avanzata ma allo stesso tempo priva di manierismo, capace di prendere in giro tutto e tutti, avendo in sé molta allegria. Nel breve spazio occupato ci hanno offerto la prova che l’eclettismo e l’umorismo devono essere visti, dosati con gusto e garbo, come un pregio e non un difetto.

Discografia:

Seven Men In Neckties – Surrealistic Swing.

Phillip Johnston (ss) Don Davis,John Zorn (sa) John Hagen, Danny Nigro, Paul Shapiro (st) Dave Sewelson (sb) Joel Forester (p) David Hofstra (b-tuba) Richard Dworkin (dr)

(Cuneiform 236/237)

New York, Rotterdam, Amersfoort, 1982-1990.chiusura

MICUS STEPHAN (POLIS)

Stoccarda, Germania, 19/1/1953.

Può senz’altro definirsi un musicista mondiale, resta uno dei più interessanti fautori del movimento della musica mondiale e per l’uso di strumenti esotici. Egli suona la cetra bavarese, flauti di bambù giapponesi, il rabab afghano, la cornamusa scozzese ed altri strumenti asiatici. Usa questi strumenti con spirito molto vicino alla loro tradizione. Ha fatto parte del gruppo Oregon. Ha scritto per i balletti dell’Opera di Colonia, per la Compagnia National de Danza di Madrid e per molte produzioni televisive.

Discografia:

Behind Eleven Deserts.

Stephan Micus (g,bodhran,sitar,suling,vc)

Salima’s dance / Behind eleven deserts / Katut / I went on your wing / Over crimson stones / Pour la fille du soleil / The song of Danijar.

(VeraBra CDVBR2042)

Germania, 1978.

.

Listen To The Rain.

Stephan Micus (dibruba,g,steel-g,suling,tamboura,shakuhachi)

For Abai and Togshan / Dancing with the morning / Listen to the rain / White paint on silver wood.

(Japo 60040)

Colonia, Giugno 1980, Ludwigsburg, Luglio 1983.

.

Desert Poems.

Stephan Micus (shakuhachi-nay-sarangi-dondon-dilruba-doussn’gouni-kalimba-sinding-sattar-steel drums-perc-vc)

The Horses Of Nimazi / Adela / Night / Mikhail’s Dream / First Snow / Thirteen Eagles / Contessa Entellina / Shen Khar Venakhi / For Yuko.

(ECM 1757 159739)

Monaco, 1997-2000.chiusura

MIDDLEBROOKS WILFRED, ROLAND. (B)

Chattanooga, Tennessee. 17/7/1933. – Pasadena, California. 13/3/2008.

Fà parte di una famiglia che lavora nelle compagnie di vaudeville, dove egli ha iniziato a lavorare a 15 anni. Dal 1950 al 1953 ha fatto parte del gruppo di Tab Smith, con il quale ha dato una svolta alla sua carriera artistica. Dopo il servizio militare è andato in California dove ha suonato con Eric Dolphy, con Art Pepper, con Buddy Collette. Nel 1958 ha lavorato con Mel Lewis, con Bill Holman, ha accompagnato Ella Fitzgerald, ha fatto parte della JATP di Norman Granz sino al 1962. Ha collaborato anche con Xarol Lawrence, con Kay Star, con Bobby Troup, con Tony Scott. Nel 1963 è con Paul Smith con il quale è rimasto per molti anni ed ha inciso molti dischi.chiusura

MIDDLETON ANDY (ST-SS)

Sassofonista considerato uno dei più notevoli talenti della nuova generazione, prodotti dal vivaio americano. Richie Beirach dice di lui: negli anni della crescita e dello studio ha cercato di fare tesoro di tutto il passato ed ora si ritrova un bagaglio di conoscenze che lo hanno arricchito al punto da fargli maturare una propria personalità. Il New York Times dice che lui rappresenta l’improvvisazione e la composizione nella migliore forma. Musicista che evita le routine ed in possesso di un notevole senso drammatico. Sassofonista che si esprime con virile lirismo, con senso drammatico, alternati da imprevedibili tirate, musicista soprattutto attento ad evitare ripetizioni.

Discografia:

Acid Rain.

Andy Middleton (st-ss) Joey Calderazzo (p) Mike Abbott (g) Peter Herbert (b) Pete Abbott (dr)

Acid Rain / My Ideal / Turnover / Portland Painter / Mental Hygiene / Thimking / Myopia.

(OWL 3819082)

New York, 1-3-90.

.

Reinventing The World.

Kenny Wheeler (tr,flic) Nils Wogram (tb) Darcy Hepner (cl,cl/b) Andy Middleton, Sheila Cooper (sax) Henry Hey (p) John Hebert (b) Owen Howard (dr)

Ode to Ken Saro Wiwa / Les beaux / Three Mile Island / Gaviotas / Federico / At the foot of the hill / Naugahide / Bass intro / Atlas shrugged / X’s for eyes.

(Intuition 33102)

Colonia, 5-6 Febbraio 2001.chiusura

MIDDLETON TONY (VC)

Richmond, Virginia. 26/6/1934.

E’ giunto a New York con la madre nella metà degli anni ’50. Insoddisfatto di quello che gli veniva proposto, nel 1962 si è trasferito a Parigi dove ha lavorato con Michel Legrand, ha registrato con Mickey Baker. Tornato negli Stati Uniti, ha lavorato con Burt Bacharach, poi con Klaus Ogerman. Cantante del genere vocalist, dalla voce roca canta con uno stile che somiglia molto al sassofonismo di un Ben Webster moderno. Ha inciso molti dichi facendosi accompagnare da Ellis Larkins.chiusura

MIDDLETON VELMA (VC)

St. Louis. Missouri. 1/9/1917. – Freetown, Sierra Leone. 10/2/1961.

Ha debuttato con successo all’Apollo di Harlem nel 1935. ha fatto parte della rivista del Cotton Club di Clarence Robinson, ha lavorato con Jimmy Lunceford, dal 1942 è entrata nella All Stars di Louis Armstrong dove ha acquista una certa notorietà. E proprio in tournée con Armstrong in Africa che è stata colta da malore ed è morta.chiusura

MIDLER BETTE (VC)

Honolulu, Hawaii. 1/12/1945.

Cantante di origine ebraica ed italiana, venuta alla ribalta negli anni’80. Fà parte delle voci pop che hanno cercato di recuperare vari stili del passato e di quello più o meno a loro recente. Ha studiato all’Università delle Hawaii, mantenendosi agli studi lavorando in una industria conserviera. Si è trasferita a New York per frequentare l’Actor Studio ed ha incominciato a lavorare in spettacoli a Broadway, per il quale ha ricevuto un Tony Award. Ha iniziato a cantare nei locali e per la sua carriera è stato determinante il suo incontro con Barry Manilow, grande amico e che l’ha aiutato ha pubblicare il suo primo album nel 1972 per il quale nel 1973 ha vinto il Grammy Haward. Tempestosa donna di spettacolo, voce dalla flessibilità frenetica, dal grande virtuosismo tecnico del quale sembra compiacersi, saltando con molta disinvoltura dal rock acido e duro al delicato vocalese di Annie Ross.chiusura

MIDNIGHT JAZZ AT CARNEGIE HALL.

Registrazione di un concerto alla Carnegie Hall del settembre del 1950, di tutte stelle, dal quale la Verve ha ricavato uno splendido album.

Harry Edison (tr) Bill Harris (tb) Flip Phillips (st) Lester Young (st) Hank Jones (p) Ray Brown (b) Buddy Rich (dr)

Norgran Blues / Lady Be Good / I Don’t Stand A Ghost Of A Chace With You / Indiana.

Tommy Mace (oboe) Charlie Parker (sa) Ted Bloom, Sam Kaplan, Stan Karpenia (viol) Dave Uchitel (viola) Wallace McManus (arpa) Al Haig (p) Tommy Potter (b) Roy Haynes (dr)

What Is This Thing Called Love / April In Paris / Repetition / Easy To Love / Rocker.

Oscar Peterson (p) Ray Brown (b) Buddy Rich (dr)

Gai / Padovani / Ray’s Blues.

Coleman Hawkins (st) Hank Jones (p) Ray Brown (b) Buddy Rich (dr)

Yesterdays / Hawk’s Tune / Stuffy.

Hank Jones (p) Ray Brown (b) Buddy Rich (dr)

Carnegie Blues.

(Verve MGV 8189 2) Carnegie Hall, New York, 16-9-50.chiusura

MIDNITE FOLLIES ORCHESTRA.

Orchestra fondata nel 1978 dal pianista di ragtime Keith Nichols e dall’arrangiatore Alan Cohen. Orchestra importante nel quadro del jazz inglese. Essa propone il repertorio classico delle grandi orchestre nere, Ellington, Calloway, Henderson ed altre. L’orchestra è composta da : Dave Saville,Digby Fairweather (tr) Gordon Blundy,Pete Strange (tb) John Barnes, Will Hastie, Olaf Vas, Mac White, Alan Cohen,Randolph Colville (reeds) Keith Nichols (p-vc) Richard Warner, Keith Greville (g) Bob Taylor (b) Laurie Chescoe (dr) Oltre ad aver inciso con la EMI, si è esibita nei locali di Londra, alla Radio ed alla TV. Ha anche partecipato a dibersi festival europei.chiusura

MIDON RAUL (VC-G-PERC)

New Messico. 14/3/1966.

Musicista non vedente, prodotto della più pura cultura soul nordamericana, anche se per diverso tempo è stata la spalla di Jamie Cullum cultore dello smooth jazz e dei neocrooners. Chitarrista dalla tecnica molto solida, sia sul piano ritmico che come voce che usa preferibilmente nei timbri acustici e cristallini. Cantante dalla bella voce con la quale riesce a raccontare con semplicità i testi. Ha avuto una ottima istruzione prima in una scuola per non vedenti, poi alla Accademia di Santa Fe e si è laureato alla Università di Miami. Trasferitosi a New York si è dedicato completamente alla carriera di solista.

Discografia:

State Of Mind.

Raul Midon (vc-g-perc) dave Valnetin (fl) Gregoire Maret, Stevie Wonder (arm) Joe Mardin (p-dr) Shedrick Mitchell (org) Stefon Harris (vib) Jerry Barnes, Jonathan Maron (b/el) Eric Revis, Richard Hammond (b) Cyro Baptista, Sammy Figueroa, Daniel Shadowick (perc) Lisa Fisher (vc) Jason Mraz (vc-fischio-g)

State Of Mind / If You’re Gonna Leave / Keep On Hoping / Mystery Girl / Wainted All My Life / Everybody Expressions Of Love / Sittin’In The Middle / Saddenly / Never get Enough / Sunshine / I Would Do Anithing / All In Your Mind.

(Manhattan 7087 6 19288) Brooklyn, New York, 2005.chiusura

MIDWAY GARDENS BALLROOM.

Locale di Chicago, nella 52a strada, attivo negli anni Venti. Locale preferito dai chicagoani con a capo Elmer Schoebel che era il pianista fisso del locale e che anche dirigeva i gruppi che si sono alternati nel locale.chiusura

MIGLIARDI RUDY (TB)

Asti, Piemonte, Italia. 3/5/1946.

Ha iniziato la carriera con la fisarmonica che ha imparato a suonare da solo. In seguito a nove anni, ha studiato il trombone presso il locale Istituto di Musica, ha proseguire gli studi al Conservatorio di Torino, dove nel 1968 si è diplomato. Già nel 1959 ha avuto le prime esperienze nel jazz con la “Lazy River Band Society” di Paolo Conte. Nel 1969 è arrivato a Milano dove entra a far parte dell’orchestra della Scala, poi dell’orchestra sinfonica della RAI e nel 1971 nell’Orchestra Ritmica della stessa, diretta da Gorni Kramer e da Gigi Cichellero. Nel 1978 ha suonato al Capolinea con Tullio De Piscopo e con Attilio Donadio, poi con Gil Cuppini nel 1979, nel Milano Jazz Quartet, nel 1980 con Marcello Rosa ha partecipato al Festival del Jazz di Nizza.chiusura

MIGLIORI JAY, GETULULIO SALVATORE. (ST-SS)

Erie, Pennsylvania. 14/11/1930.

Ha studiato al St.Louis Institute of Music. Ha fatto parte della banda militare nella guerra in Corea. Finito il servizio militare, dal 1953 al 1955 ha frequentato il Berkleee College of Music a Boston dove ha suonato con Charlie Mariano e Dick Twardzik. Nel gennaio del 1954 ha registrato con Charlie Parker e nel marzo del 1955 con Miles Davis. Sempre a Boston ha diretto un suo quintetto, con il quale ha inciso dei dischi, ha fatto parte del gruppo di George Wein e del gruppo fisso allo Storyville Club. Per diciotto mesi dal marzo del 1957 ha fatto parte dell’orchestra di Woody Herman, con la quale ha fatto un tour in Sud America ed ha registrato dei dischi. Ha fatto parte dell’orchestra di Charlie Barnet nel 1959 e di quella di Stan Kenton nel 1960 a Los Angeles. Ha lavorato negli studi con artisti popolari, in spettacoli televisivi e per le colonne sonore dei film. Ha fatto un tour nella West Coast con l’orchestra di Gil Evans, ha partecipato al Festival Jazz di Monterey e ha suonato alla Shelly Manne’s Hole. All’inizio degli anni ’70 ha collaborato con Frank Zappa e nel 1972 ha partecipato alla fondazione dei “Supersax”, dal 1973 al 1974 ha registrato con Gene Ammons. In seguito ha diretto dei suoi piccoli gruppi e ha fatto una intensa attività negli studi, si è esibito al club Legend di Los Angeles, ha continuato a dirigere i “Supersax” e ha lavorato al club “Croce” di St.Diego. Sassofonista la cui fonte di ispirazione è stato John Coltrane, specie al sax soprano.

Discografia:

Jazz In Transition.

Tommy Ball (tr) Jay Migliori (st) Danny Kent (p) Paul Morrison (b) Floyd Williams (dr)

Bags’ groove / The first one / Pat and the lady / Black dog / Let yourself go / Budo / Button for Butch / Something’s gotta give.

(Transition TRLP18)

Boston, 7 Novembre 1955.

.

Count The Nights And Times.

Jay Migliori (st) Joe Lettieri (p) Frank De La Rosa (b) Nick Martinis (dr)

Puttin’ / Cheryl / Count the nights and times / Desert flower / Fluvius / Nirvana

(PBR PBR5)

Los Angeles, 1975.

.

The Courage.

Conte Candoli (tr) Jay Migliori (st,ss) Joe Lettieri (p) Jim Crutcher (b) Charles Chiz Harris, John Nolan (dr)

Where or when / Yellow tango / Full house / The courage / The Bilbao song / Big G / Be-bop (Dizzy’s fingers).

(Discovery DS 859)

Los Angeles, 17 Giugno 1980, 30 Giugno 1981.chiusura

MIKKELBORG PALLE (TR)

Copenaghen, Danimarca. 6/3/1941.

Ha imparato a suonare la tromba da solo e ha debuttato dal 1956 al 1959 con Knud Rath, nel 1960 con Jorgen Borch, dal 1960 al 1965 nell’orchestra di Ben Ronak. Dal 1963 al 1971 ha diretto anche un suo gruppo alla radio Danese. Ha partecipato al Festival di Montreux del 1968 ed a quello di Newport con con il Riel/Mikkelborg Quintet. Nel 1971 ha suonato nel”V-8”un gruppo di jazz rock con il quale si è trasferito a Nizza. Dal 1976 al 1980 ha suonato con il gruppo”Entrance”, con la “Brass & Rhythm” di Peter Herbolzheimers, nel 1975 in duo con Terje Rypdal, nel 1978 con la big band di George Gruntz. Ha inciso con Dexter Gordon, Dollar Brand, Philippe Catherine, Edward Vesala, Jerry Brown, John Lee, Friedrich Gulda. Compositore prolifico sia per la TV che per il Cinema, oltre che per bigs bands ed orchestre sinfoniche.

Discografia:

The Mysterious Corona.

Palle Mikkelborg (tr) Allan Botschinsky (tr,flic) Preben Garnov (flic) Torolf Molgaard (tr,euph) Jorgen Jensen (cl,sa) Niels Husum (cl/b,ss,st) Ray Pitts (st,fl) Ole Kurt Jensen (tb/b) Bent Nielsen (sb,pic-fl,cl) Uffe Karskov (cl,fl,st,sb) Niels Peters (sb) Bent Axen (p) Louis Hjulmand (vib) Ole Molin (g,g/el) Niels-Henning Orsted Pedersen (b) Alex Riel (dr) Bjarne Rostvold (dr,perc) Orla Jorgensen, Aage Petersen, Bent Jorgensen, Finn Ziegler (vln) Ib Herman (cello)

The mysterious Corona / Corona / Overwhelming emotion / Cosmos / Birds fly / Religious feelings / Magic / Arve / M.B. Cyclus / Ming and short cart / La Mijas / Mongolia / Beauty M. & Free Bee.

(Debut SDEB150) Copenhagen, 28-29 Agosto 1967.

Ashkoka Suite.

Palle Mikkelborg (tr) Torolf Molgaard, John Lind, Axel Windfeld (tb) Ole Kurt Jensen (tb/b) Jesper Thilo (ss,tuba) Rup Carsten (sa,fl) Erling Christensen (sa,cello) Uffe Karskov (st,cl,fl) Max Leth (vib) Ole Kock Hansen (p) Niels-Henning Orsted Pedersen, Bo Stief (b) Espen Rud (dr)

Ashoka suite / Peace / Words / War / Peace.

(Metronome MLP15374)

Copenhagen, 1970.

Entrance.

Palle Mikkelborg (tr,flic,p/el) Jesper Nehammer (st) Thomas Clausen (p,synt) Bjarne Roupe (g) Bo Stief (b/el,b) Lennart Gruvstedt (dr,vib,mar,p) Ethan Weisgard (perc) Lillian Tornquist (harp) Ars Nova Choir (vc)

B22 / Gypsy island / Mess-Ra / Terry Perry / Wonderboy / Parken og havet / A simple prayer.

(Metronome MLP15826)

Copenhagen, Aprile 1984.

Heart To Heart.

Palle Mikkelborg (tr,flic,keyb) Kenneth Knudsen (keyb) Niels-Henning Orsted Pedersen (b)

Heart to heart / Girl with her hat / Song for Henry / Three mountains / Imagine / Short cart / Then I said.

(Storyville SLP4114)

Copenhagen, 1986.
chiusura

MIKLIN KARLHEINZ. (ST-FL)

Klagenfurt, Austria. 3/11/1946.

Ha studiato pianoforte e teoria al Conservatorio di Klagenfurt e dal 1964 al 1970 ha studiato il sassofono nel Conservatorio di Graz. Nel 1974 ha insegnato jazz alla Hochschule fur Musik und Darstellende Kunts di Graz. Ha diretto un suo trio ed ha partecipato a molte rassegne in tutto il mondo. Ha fatto parte della Zagreb Festival All Stars diretta da Johnn Lewis nel 1984. Ha continuato a esibirsi con il suo trio del quale hanno fatto parte molti ottimi musicisti come Ron McCLure, Barre Philips, Chuck Israel, Victor Lewis, Mel lewis, Kenny Washington, Billy Hart, Adam Nussbaum. Ha collaborato con Slide Hampton, Ernie Wilkins, Dino Saluzzi, la Osterreichscher Rundfunk Big Band, con George Gruntz, Bobby McFerrin, Albert Mangelsdorff, Art Farmer, Bill Dobbins, Mark Murphy, Sheila Jordan, Horace Parlan, Randy e Michael Brecker, la Graham Collier’s Concert Band e la Bosko Petrovic Convention. Ha insegnato al Berklee College of Music, alla Universidad di Santiago del Cile e alla Royal Accademy di Londra. Sassofonista che ha avuto come punti di riferimento Dexter Gordon, Joe Henaderson e Archie Shepp.

Discografia:

Next Page.

Karlheinz Miklin (sax,fl) Fritz Pauer (p) Ron McClure (b) Victor Lewis (dr)

Next page / Prism / Al revez / Linda / Lock / Selva song / Panchito.

(SOS Music J001)

Austria, Novembre 1989.

.

In Between.

Karlheinz Miklin (sax) Ron McClure (b) Billy Hart (dr)

Rompin’ in Pori / For Billy / Patagonia / Desert march / Joltz waltz / In between / On request.

(Extraplatte EX672)

Graz, Vienna, 14-16 Novembre 2002.
chiusura

MILAGRO.

Quintetto nato nelle Marche, i cui componenti sono musicisti ben preparati e hanno dimostrato grande voglia di suonare, ma il loro progetto è molto impegnativo. Vogliono interpretare in jazz famosi brani sia della tradizione classica, Bach e Ravel, e sia le canzoni di autore, esperimenti poco riusciti. Forse mettendo da parte certe ambizioni, potrebbero far valere meglio le loro qualità. La musica che oggi hanno l’ambizione di fare ha poco del jazz.

Discografia:

Old Works In Blues.

Samuele Garofoli (tr) Stefano Conforti (euph-ss-sa) Marco Ferrara (p) Francesco Guidobaldi (b) Sergio berardinis (dr)

Tura Lura Lura / Bourree in si minore / La canzone di Marinella / Pavane Pour Une Infante Defunte / Minuetto in do minor / Munasterio ‘e Santa Chiara.

(Splasc(h) 426)

Recanati, 6-7 Maggio 1993.chiusura

MILAN COLLEGE JAZZ SOCIETY.

Gruppo nato a Milano nel 1951, composto da Carlo Bagnoli, Giorgio Alberti, Gianni Aconcella, Bob Valenti, Giorgio Cavedon, Gigi Bagnoli, Attilio Rea ed in seguito Lino Patruno. Ha svolto una intensa attività concertistica ed è stata premiata nel 1954 al Salone del Jazz di Parigi come migliore gruppo dilettantistico europeo. Ha avuto modo di accompagnare Louis Armstrong, Sidney Bechet, Albert Nicholas, Barney Bigard, Joe Venuti, Bill Coleman, Wild Bill Davison, Bud Freeman ed altri. Nello stile ricorda la World Greatest Jazz Band.

Discografia:

Giorgio Alberti (tr) Gianni Acocella (tb) Roberto Valenti (cl) Giorgio Cavedon (p) Carlo Bagnoli (bj-g) Luigi Bagnoli (b-tuba) Attilio Rota (dr)

Hotter Than That / Tiger Rag.

Milano 15-1-53.

Willie The Weeper / Fireman’s Lament.

Milano, 17-2-53.

Black And Blue / Sweet Georgia Brown / Ain’t Misbehavin’ / That’s A Plenty.

Milano, 28-29 Maggio 1953.

At The Jazz Band Ball / Shim-Me-Sha-Wabble / Indiana.

Milano, 28-29 Dicembre 1953.

Royal Garden Blues.

Milano, 29-2-54.

Stesso gruppo, Giovanni Moretto per Cavedon.

After You’ve Gone / Jazz Me Blues.

Milano, 6-5-54.

Collier’s Clambake / Savoy Blues.

(Columbia CPSQ 528) Milano, 17-11-54.

Italian Jazz Of The Roaring 50’s

Giorgio Alberti (tr) Gianni Acocella (tb) Roberto Valenti (cl) Giovanni Moretto (p) Carlo Bagnoli (bj-g) Luigi Bagnoli (b-tuba) Attilio Rota (dr)

Beale Street Mama

Milano, 18-11-54.

I Can’t Give You Anything But Love / China Boy.

Milano, 26-1-55.

Original Dixieland One Step / Way Down Yonder In New Orleans.

Milano, 9-2-55.

South Rampart Street / St.Louis Blues.

Milano, 24-3-55.

Riverboat Shuffle / I’m Coming Vurginia.

Milano, 28-4-55.

Wolverine Blues / Someday Sweetheart.

Milano, 10-11-55.

Black And Blue n.2.

Milano, 22-12-55.

High Society / Panama Rag.

Milano, 29-3-56.

Ballad Medley: I Got I bad- Little Man You Know What It Means To Miss New Orlans.

(Columbia CPSQ 528) Milano 13-6-56.

Milan College Jazz Society.

Giorgio Alberti (tr) Gianni Acocella, Luciano La Neve (tb) Roberto Valenti (cl) Giovanni Moretto (p) Carlo Bagnoli (bj-g) Luigi Bagnoli (b-tuba) Luigi Allievi (dr)

I’m Coming Virginia / Tiger Rag.

Milano, 10-3-59.

At The Jazz Band Ball / Down Home Rag.

(Combo NP 5174/75) Milano, 12-3-59.

Singin’ The Blues.

Jimmy McPartland (corn-vc) Dick Cary (p-tp-sa/h) Lino Patruno (g) Giorgio Alberti (tr) Gianni Acocella (tb) Bruno Longhi (cl-ss) Carlo Bagnoli (sb-ss) Paolo Tomellieri (st) Renato Barzago (p) Marco Ratti (b) Ettore Remi (dr)

Davemport Blues / Original Dixieland One Step / Singin’ The Blues / Riverboat Shuffle / Caprice In Milan For Giuseppe (Joe) Venuti / New Orleans / Nobody’s Sweetheart / I Can’t Give You Anything But Love / Beale Street Blues.

(Carosello CLE 21029) Milano, 18-10-75.

25 Years After.

Ralph Sutton (p) Gianni Acocella (tb) Paolo Tomellieri (st) Bruno Longhi (cl) Carlo Bagnoli (sb) Lino Patruno (g) Marco Ratti (b) Ettore Remi (dr)

Fidgety Feet / After You’ve Gone / Savoy Blues.

Milano, 1-11-75.

Bud Freeman (st) Oscar Klein (tr) Lucio Capobianco (tb) Bruno Longhi (cl) Carlo Bagnoli (sb) Renato Barzago (p) Lino Patruno (g) Giancarlo Cinti (b) Ettore Remi (dr)

Lazy Rive r/ Who’s Sotty Now / Jazz Me Blues.

Milano, 29-2-76.

Bud Freeman (st) Oscar Klein (tr) Lino Patruno (g) Giancarlo Cinti (b) Ettore Remi (dr)

At Sundow.

Giorgio Alberti (tr) Gianni Acocella (tb) Bruno Longhi (cl) Carlo Bagnoli (sb) Renato Barzago (p) Giancarlo Cinti (b) Ettore Remi (dr)

Muskrat Ramble / Ballad Medley: Wherever There’s Love – It’s Wonderful / Swing That Music.

(Durium ms A 77381) Milano, 26-6-76.chiusura

MILAN HOT JAZZ ORCHESTRA.

Messa su nel 1997 da Jack Russo, Paolo Gaiotti e Claudio Perelli. Ha preso parte con successo a diverse rassegne estive.chiusura

MILAN JAZZ GANG.

Ha partecipato nel 1992 al Festival di Indian Wells in California, come unico gruppo europeo.

chiusura

MILANESE LUCIANO (B)

Genova, Italia. 15/7/1950.

Ha studiato da solo a quindici anni prima la chitarra e poi il basso. Nel 1966 ha fatto le prime esperienze di jazz tradizionale, nel 1977 è entrato nella Genova Dixieland Jazz Band, nel 1979 nella Milan College Jazz Society, nel trio di Lino Patruno e Carlo Bagnoli nel 1979, con Tullio De Piscopo nel 1980. Nella sua attività freelance ha accompagnato Chet Baker, Harry Edison, Art Farmer, James Moody, Johnny Griffin, Eddie Lockjaw Davis, Sal Nistico, Scott Hamilton, Tony Scott, Ray Bryant, Kenny Drew, Steve Grossman, Barney Kessel, Joe Pass, Alvin Queen, Luis Haynes, Victor Lewis, Eddie Miller, Bud Freeman, Bob Wilber, Tete Montoliou, Gianni Basso, Sergio Fanni, Claudio Fasoli ed altri..

Discografia:

Lucky Serenade.Luciano Milanese Lucky Serenade.

Carlo Atti (st) Andrea Pozza (p) Luciano Milanese (b) Bob Braye (dr)

Lucky Serenade / For Sal / Big Chicken / Bio / Boppish / Blue Line / Song For Larry / Pillot / Swing Connection / For Lovers / Easy Bounce.

(Caligola 2003)

Milano, 15-7-91.chiusura

MILAN JAZZ QUARTET.

Gruppo nato nel 1981, composto da Carlo Bagnoli (sb) Rudi Migliardi (tb) Attilio Zanchi (b) Carlo Sola (dr)

Discografia:

Oasis.

Carlo Bagnoli (sb) Rudi Migliardi (tb) Attilio Zanchi (b) Carlo Sola (dr)

Scrapple From The Apple / All The Things You Are / Oasis / Heart Transplant / Au Privave / Blue Note Mood / Groovin’ High / All Blues.

(Dire FO 364)

Milano, 19 Maggio 1982.

.

Travellin’.

Carlo Bagnoli (sb) Rudi Migliardi (tb) Augusto Mancinelli (g) Attilio Zanchi (b) Carlo Sola (dr)

After Houras / Travellin’ / Naima / Jordu / A Blue Day / Oleo / Prelude To Naima / Donna Lee.

(Dire Fo 370)

Milano, 21 Giugno 1983.chiusura

MILANO CARLO (B-B (EL)

Alessandria, Italia. 14/3/1927.

Ha studiato violoncello ad Alessandria per diversi anni, poi è passato al contrabbasso. Ha iniziato a frequentare delle jam session e si è trasferito nel 1949 in Germania dove ha lavorato con Hans Koller, ha suonato nell’orchestra Continental. Nel 1959 è rientrato in Italia e nel 1965 è arrivato a Milano, qui ha lavorato negli studi di registrazione e nell’Orchestra Ritmica della RAI sino al 1970. Ha collaborato con Mario Pezzotta nel 1966, con Maurizio Lama dal 1967 al 1968, con Enrico Intra dal 1969 al 1972, Giancarlo Barigozzi, Oscar Rocchi, con Giancarlo Pilot nel 1971, con Gilberto Cuppini nel 1978, poi con Glauco Masetti e con Ettore Righello. Le collaborazioni con musicisti stranieri sono state con Teddy Wilson, Dizzy Reece, Kenny Clarke, Art Farmer, Dexter Gordon, Joe Venuti, Hugo Heredia, ed ha inciso con molti colleghi italiani.chiusura

MILANO HOT JAZZ ORCHESTRA.

Gruppo revival che interpreta i gloriosi temi di Chicago e New Orleans, quelli che hanno avuto un particolare significato. Hanno interpretato i brani con particolare accuratezza, cogliendo in tutti le specifiche preziosità, con competenza e creando le atmosfere adeguate. Particolare da notare il gruppo non usa la consueta front line del jazz tradizionale. Ne fanno parte Paolo Gaiotti (corn-vc) Claudio Perelli (sa-ss) Davide Cornaggia (tb-cl) Alberto Schinelli (st-ss-cl) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (bj-vc) Pep Inzaghi (sausaphone) Guido Castelli (dr)

Discografia:

The Storyville Ball.

Paolo Gaiotti (cor-vc-wash) Claudio Perelli (corn-sa-ss-cl) Davide Cornaggia (tb-cl-st) Alberto Schinelli (st-ss-cl) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (bj-vc) Pep Inzaghi (sousaphone) Guido Castelli (dr)

The Storyville Ball / The Blues I Love To Sing / Happy Feet / A Gypsy Without A Song / Kubilee Stomp / If You See My Mother / Papa Da Da Da / Alligator Craw / Accordion Joe / A^Of All The Wrongs / Pretty Baby / Sweet Like This Roll On Mississippi Roll On / I’m A Little Blackbird / Bay City.

(MHJO 001) Milano e Pavia, Gennaio e Marzo 1999.

Stomp Miss Hannah.

Paolo Ghiotti (corn-wash-vc) Claudio Perelli (corn-ss-sa-cl) Alberto Schinelli (st-ss-cl) Davide Cornaggia (tb-cl-sax) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (bj-vc) Pep Indaghi (sausaphone) Guido Castelli (dr)

Stomp Miss Hannah / Kiss Me Sweet / I Never Knew / I’m A Little Blackbird Looking / For A Bluebird / The Story Book ball / So Little Time / Papa-De-Da-Da (A New Orleans Stomp) / The Blues I Love To Sing / Happu Feet / I’m Through Goodbye / Save It Pretty Mama / Jubilee Stomp / Antigua Blues / Roll On Mississippi Roll On / Alligator Crawl / Accordion Joe / A Gypsy Whitout A Song / Pretty Baby / Of Hall The Wrongs You’ve Done To Me / Bay City.

(Stomp Off CD 1354) 1999.chiusura

MILANO JAZZ GANG.

Gruppo dixieland nato a Milano nel 1972. Composto da Helmut Schlitt (corn) Lucio Capobianco, Carlo Bagnoli, Rossano Sportiello, Luca Sirianni, Claudio Nisi, Walter Ganda. Considerata unanimamente dalla critica una delle migliori jazz band che il revival italiano abbia avuto. Ha partecipato con successo a molte rassegne in tutto il mondo, avvalendosi degli ottimi arrangiamenti di Bagnoli.

Discografia:

To Satchmo With Respect.milano-jazz-gang-to-satchmo-with-respect

Helmut Schlitt (tr) Noris Borgatti (tb) Giampiero Compare (cl) Bruno veronese (p) Jack Russo (bj) Claudio Nisi (sous) Attilio Rota (dr)

Potato Head Blues / Melancholy Blues / Irish Black Bottom / Come Back Sweet Papa / Tight Like This / Cornet Chop Sney / Wild Man Blues / You Made Me Love You / Oriental Strut / Once In A While.

(Vedette VPA 8336)

Milano, 1976.

Milano Meets Frisco.milano-jazz-gang-milano-meets-frisco

Helmut Schlitt (tr) Noris Borgatti (tb) Giampiero Compare (cl) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (vc-bj) Toti Barone (bj) Claudio Nisi (sous) Piero Negri (dr)

Big Bear Stomp / Friendless Blues / She’s Crying For Me / Silver Dollar / King Chanticleer / My Heart / Yerba Buena Strut / What Ya Want Me To Do / Ostrich Walk / Wise Guy / Copenaghen / Emperor Norton’s Hunch.

(Joker SM 3919)

1981.

Live At Capolinea.milano-jazz-gang-live-at-capolinea

Helmut Schlitt (tr) Noris Borgatti o Lucio Capobianco (tb) Claudio Perelli o Giampiero Compare (cl) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (vc-bj) Toti Barone (bj) Claudio Nisi (sous) Piero Negri (dr)

Candy Lips / See See Rider / Wang Wang Blues / Rose Of Washington Square / Snake Rag / Working Man Blues / San Andreas Fault / Southern Stomp / Auntie Skinner / Sweet Like This / I Had Someone Else.

(JII 3) Milano, Marzo e Dicembre 1983.

Back To Bay City.milano-jazz-gang-back-to-bay-city

Helmut Schlitt (tr) Lucio Capobianco (tb) Claudio Perelli (sx) Antonio Michaelides (p) Jack Russo (vc-bj) Claudio Nisi (sous) Piero Negri (dr)

Sage hen strut / Something for Annie / Duff Campbell’s revenge / If you see my mother / Mandy / New Orleans stomp / Doin’ the hambone / Bay City / Sunset Cafe stomp / Messin’ around / Flat foot / Trombone rag.

(Milano Jazz Gang MJG 2005) Milano, 17-3-85.chiusura

MILANTA PHILIPPE, MARC. (P)

Marsiglia, Francia. 30/3/1963.

Figlio di un clarinettista di jazz tradizionale, egli ha studiato la tromba ed il pianoforte e dal 1976 al 1987 ha suonato a Marsiglia. Ha accompagnato Joe Newman, Barney Kessel e la cantante Spanky Wilson. Si è poi trasferito a Parigi dove ha collaborato con Lew Tabackim, con Gene Connors, con Gerard Badini, dal 1988 al 1989 con Guy Lafitte, con Marcel Zanini, con il gruppo “Ellingtomania” di François Biensan. Ha suonato anche con Daniel Huck, Harry ”Sweet” Edison, Jean-Loup Longnon, Bob Mover, Turk Mauro, nel 1994 con Benny Bailey, dal 1995 al 1996 ha fatto parte del gruppo “Swing Feeling”, poi con i “Four Bones” di Francois Guin. Ha guidato il suo trio con Michel Denis e Bruno Rousselet. Pianista che ha assimilato la lezione di Ahmad Jamal, Gene Harris, Wynton Kelly ed in paricolare quella di Count Basie e Errol Garner.

Discografia:

Wild ?.philippe-milanta-wild

Philippe Milanta (p) Bruno Rousselet (b) Daniel Bruno-Garcia, Julie Saury (dr)

The song is you / Teddy Weddy / Wild is the wind / Burucoa dantzan / I didn’t know what time it was / Canadian sunset / Invitation / Star eyes / Souvenir / Hats / What for ?.

(Djaz 540) Francia, 2000.
chiusura

MILBURN AMOS (P-VC)

Houston, Texas. 1/4/1927. – Houston, Texas. 3/1/1980.

E’ stato uno dei musicisti di rhythm and blues più popolari d’America, presso la comunità nera, tra il 1949 ed il 1953, per una serie di incisioni popolarissime, le cosidette canzoni sull’alcool. Durante la sua carriera ha accompagnato il cantante di blues Smokey Hogg, ha avuto un suo gruppo i “Chicken Shakers”, ma spesso ha inciso con l’orchestra di Maxwell Davis. E’ stato colpito da paralisi che lo ha reso inattivo ed è morto subito dopo. E’ stato un ottimo pianista di boogie woogie, cantante dalla voce singolare e seducente. E’ stato anche un compositore di talento.chiusura

MILDER JOAKIM, JAN. (ST)

Stoccolma, Svezia. 24/9/1965.

Ha iniziato a suonare il sassofono a 14 anni e dal 1984 al 1987 ha studiato jazz al Conservatorio di Stoccolma. Ha organizzato dei sui gruppi, nel 1988 e nel 1992 il “Consensus”, con i quali ha registrato e compiuto dei tour internazionali. Dal 1989 al 1991 ha fatto parte del trio di Red Mitchell, poi con il quartetto di Palle Danielsson, con il sestetto di Tomasz Stanko. Ha registrato con Frederik Noren, con Paul Bley, Fredrick Lundin, con la Stockholm Jazz Orchestra, nel 1991 con Jim McNeely, nel 1994 con NIls Lindberg, nel 1995 con Lars Danielsson. Ha lavorato come arrangiatore e compositore per la radio svedese, per il Swedish Concert Institute, per il Copenhagen Art Ensemble e nel 1994 ha insegnato al Conservatorio di Stoccolma composizione ed arrangiamento.

Discografia:

Still In Motion.Joakim Milder Still In Motion.

Joakim Milder (st) Steve Dobrogosz (p) Christian Spering (b) Runne Carlsson (dr)

Becoming Three / Ives / In Natura / Grown On Trees / Still / In Motion / In Touch.

(Dragon 188)

23-9-89.

.

Consensus.Joakim Milder Consensus.

Joakim Milder (st) Andres Persson (p) Christian Spering (b) Magnus Gran (dr)

Someday My Prince Will Come / Played Twice / Darn That Dream / My Funny Valentine / Soon / Canto Triste / I Should Care / The Masquerade Is Over / Some Other Time / Alone Together / Body And Soul / Here’s That Rainy Day.

(Opus 3 CD 9201)

Febbraio 1992.

Ways.Joakim Milder Ways.

Lasse Lindgren (flic) Joakim Milder (st) Bertil ATrandberg (eup) Steve Dobrogosz (p) Anders Jacobson (viol) Enric Frendin, Friedrik Anderberg (viola) Christian Spering (b) Rune Carlsson (dr) Peter Ostlund (perc)

Da Gamba / Decisive Moments I / Decisive Moments II / View / Apart / Other Ways / Bourgogne / Di Venosa / Where Pies Go When They Die / Take It To The Bridge / Finally.

(Dragon DRCD 231) 12-12-90 e 22-8-92.

Ord Pa Golvet.

Joakim Milder (st) Tobias Sjorgen (g)

Skeppets Ogon / Av Ingen / VI Sjunger Om Hamn / Jag Vet Ingen Annan Plats / Alla Duvor / En Strand / Din Mening / Stort Sallskap / Utanfor Alla / Ett Berg /Darfor Laser Du Detta / En Fanges Hemlighet / Hon Ingav Did Drommen / Barnen Leker Tyst.

(LJ 5210) 1995.

Remains.Joakim Milder Remains.

Joakim Milder (st) Steve Gobrogodz (p) Max Schultz (g) Henrik Frendin (viola) Mats Rondin (cello) Christian Spering (b) Peter Ostuld (perc)

Simply Drift / Around / Asahi / A Dash Of Plea / Desire As / Signs Of Use / Remains / Reis Glorios / Dark Mirror / Balanced Action / Finally.

(Dragon 285) 17-10-94 e 13-4-95.chiusura

MILES BARRY (DR-KEYB)

Newark, New Jersey. 28/3/1947.

Ha iniziato a studiare la batteria a sette anni e a dieci solo per gioco con l’orchestra di Woody Herman. In seguito ha studiato il pianoforte classico, jazz e teoria. Alla fine degli studi ha lavorato per la radio, ha fatto un tour in Europa finanziato dal Dipartimento di Stato ed ha registrato il suo primo album. Musicista che ha conquistato l’attenzione del publico a 14 anni. Nel 1964 ha avuto il suo primo gruppo e durante l’ultimo anno di requenza alla Priceton University è passato dalla batteria al pianoforte. Nel 1966 ha iniziato a assimilare elementi rock e ha iniziato a suonare il pianoforte elettrico. Ha guidato il gruppo “Siverlight”nel quale ha ospitato John Abercrombie, Al Di Meola, Jimmy Owens e Woody Shaw. Nel 1981 è stato il direttore musicale della cantante Roberta Flack. Nel 1991 ha fatto parte dell’Elecrtic Project di Al Di Meola. Anche se è considerato un musicista rock è rimasto essenzialmente un musicista bop.

Discografia:

Miles Of Genius.

John Glasel (tr) Bob Miller (sa) George Clarke (st) Duke Jordan (p) Al Hall (b) Barry Miles (dr)

Timetables / Once There Was A Bird / Turchentine / Deez Weet / Mary U / Old Jacke / Terry.

(RCA PLP 804)

New York, fine 1961.chiusura

MILES BUTCH, THORNTON, CHARLES J. JR. (DR)

Ironton, Ohio. 4/7/1944.

Ha compiuto gli studi nel 1966 al West Virginia State College ed ha iniziato a lavorare con piccoli gruppi nel West Virginia. Alla fine del ’60 ha girato con il trio di Iris Bell e dal 1972 al 1974 ha accompagnato Mel Torme. Dal 1975 al 1979 ha aftto parte dell’orchestra di Count Basie, ha registrato con Joe Bushkin, per un lungo periodo ha suonato con Dave Brubeck, poi con Tony Bennett. Ha svolto una intensa attività freelance con Al Grey, Scott Hamilton, Warren Vache, Clark Terry, Bob Wilber, Wild Bill Davison, Al Cohn, Peanuts Hucko, Zoot Sims, Harry Edison, Buddy Tate, Billy Mitchell, Woody herman con il quale è venuto in Europa nel 1984, Sal Nistico, Gerry Mulligan, Flip Phillips. Tra gli anni ’80 ed i ’90 è venuto spesso in Europa con Arnett Cobb, Eddie”Lockjaw”Davis e con Lena Horn. Ha anche collaborato con Buddy DeFranco, Terry Gibbs, gli Eddie Condon All Stars, il Buck Clayton Legacy, con il gruppo Ralph Sutton/Milt Hinton nel 1994, con Dick Hyman, nel 1997 è tornato con la Count Basie Orchestra diretta da Grover Mitchell. Ha avuto anche un gruppo alla fine degli anni ’70, il “Jazz Wxpress” nel quale egli anche cantava. Ha preso parte a diversi Jazz Festival, concerti e i workshops della Ludwig Drum Company. Ottimo batterista di big band, in lui Count Basie aveva trovato dopo Joe Jones il batterista ideale. Musicista che ha dato energia e piacere anche visivo in ogni performance. Egli è l’incarnazione dei grandi valori del jazz classico per i batteristi.

Discografia:

Miles And Miles Of Swing.

Irving Marky Markowitz (flic) Scott Hamilton, Al Cohn (st) John Bunch (p) Milt Hinton (b) Butch Miles (dr)

Cherokee / I’m getting sentimental over you / Take the “A” train / The king / Sweet Lorraine / For the Boss / Broadway.

(Famous Door HL117)

New York, autunno 1977.

Butch’s Encore.

Waymon Reed, Irving Marky Markowitz (flic) Russell Procope (sa) Carmen Leggio, Harold Ashby (st) John Bunch (p) Milt Hinton (b) Butch Miles (dr)

Shiny stockings / Caravan / Lover man / 46th & 8th / Lullaby of Birdland / Jitterbug waltz / Traps feature / Jumpin’ at the Woodside.

(Famous Door HL124)

New York, 1978.

Lady Be Good.

Tony Monte (p) Bucky Pizzarelli (g) Ronnie Naspo (dr) Butch Miles (vc,perc)

Oh, lady be good / I guess I’ll have to change my plans / Girl talk / Lady luck / I get along without you very well / She’s a Basie lady / The lady’s in love with you / Sophisticated lady.

(Dreamstreet DR102)

New York, Gennaio 1978.

.

Butch Miles Salutes Chick Webb.

Glenn Zottola (tr) Norris Turney (sa) Eddie Barefield (st) John Bunch (p) Milt Hinton (b) Butch Miles (dr)

Limehouse blues / Stompin’ at the Savoy / If dreams come true / The darktown strutters’ ball / Lora / Blue Lou / Clap your hands here comes Charlie / Liza.

(Famous Door HL132)

New York, 1979.

Butch Miles Swings Some Standards.

Glenn Zottola (tr,flic) Chris Woods (sa) Al Klink (st) John Bunch (p) Linc Milliman (b) Butch Miles (dr)

I may be wrong / Where or when / Under a blanket of blue / Keepin’ out of mischief now / Marsol blues / Love walked in / Goodnight sweetheart.

(Famous Door HL135)

New York, Settembre 1980.

Butch Miles Salutes Gene Krupa.

Glenn Zottola (tr,flic) George Masso (tb) Jorge Anders (st) John Butch (p) Phil Flanigan (b) Butch Miles (dr,vc)

After you’ve gone / Boogie blues / Up an’ atom / Samba Rioja / More than you know / Drum boogie.

(Famous Door HL142)

New York, Gennaio 1982.

Hail To The Chief ! Salutes Basie.

Irving Marky Markowitz (tr,flic) Glenn Zottola (tr,flic,sa,st) Frank Wess, Jorge Anders (st) John Bunch (p) Freddie Green (g) Milt Hinton (b) Butch Miles (dr,vc)

Topsy / Hail to the chief / I can’t believe that you’re in love with me / Afternoon of some Basie-ites / Medley: Don’t worry ‘bout me – These foolish things / It had to be you / Boogie woogie.

(Famous Door HL145)

New York, Agosto 1982.

More Miles … More Standards.

Glenn Zottola (tr,flic,sa) Dan Barrett (tb) Jorge Anders (st,cl) Derek Smith (p) Howard Alden (g) Linc Milliman (b) Butch Miles (dr)

I’ll always be in love with you / Lulu’s back in town / Blues for Argentina / Easy living / Cheek to cheek / Summertime / How high the moon / 9:20 special.

(Famous Door HL150)

New York, 17-18 Aprile 1985.

Jazz Express.

Spanky Davis (tr,flic) George Masso (tb) Gerry Niewood (st,fl) Harold Danko (p) Brian Torff (b) Butch Miles (dr)

Sister Sadie / Freckle face / Ivory Coast Suite / Beginnings / Transition / Full circle / Joy / Lori / M-Squad / Cute / Sambaghetto.

(Dreamstreet DR109)

New York, 15 e 22 Aprile 1986.

Cookin’.

Randy Sandke (tr) Harry Allen (st) Howard Alden (g) Frank Tate (b) Butch Miles (dr) Terrie Richards (vcl)

Oh, lady be good / Did you call her today / The claw / Azalea / Them there eyes / I can’t believe that you’re in love with me / Tico tico / Jubilee / Barney’s blues / What a little moonlight can do / Gone with the wind / Funkallero / Tickle toe.

(Nagel-Heyer CD020)

Amburgo, 26 Novembre 1994.

Straight On Till Morning.

Bob Ojeda (tr) Bill Porter (tb) Doug Lawrence (st) Frank Wess (st,fl) Kenny Drew Jr. (p) Alex Saudargas (g) Lynn Seaton (b) Butch Miles (dr)

Tangover blues / Another drum thing / Frank’s blues / Cute / Dreamsville / When you wish upon a star / A flower is a lovesome thing / Quick fix / After hours / Outside inn / I’m leavin’.

(Nagel-Heyer CD89)

Texas, 3-4 Gennaio 2003.

chiusura

MILES LIZZIE, ELIZABETH MARY PAJAUD LANDREAUX. (VC)

New Orleans, Louisiana. 31/3/1895. – New Orleans, Louisiana. 17/3/1963.

Ha lasciato New Orleans nel 1909 al seguito di un Circo dove si esibisce come cavallerizza. Ha lavorato in compagnie di vaudeville e nel 1919 è arrivata a Chicago dove ha lavorato con Freddie Keppard, poi con il pianista Glover Compton e con Charles Elgar. Ha iniziato ad incidere e lavorare insieme a Clarence Johnson, poi con King Oliver, Jelly Roll Morton, Bubber Milley, Louis Metcalf, Clarence Williams. E’ scomparsa dalla scena agli inizi degli anni’30. E’ ricomparsa con George Lewis nel 1954 a San Francisco, poi ha lavorato con Bob Scobey dal 1955 al 1957, a New Orleans con Freddie Kohlman e Joe Darensbourg. Negli ultimi anni si è ritirata dall’attività per dedicarsi alla religione.

Discografia:

Lizzie Miles (vc) King Oliver (corn) Alberto Socarras (fl) Clarence Williams (p)

You’re Such A Cruel Papa To Me.

(Columbia) New York,30-6-28.

Lizzie Miles (vc) Jelly Roll Morton (p)

I Hat A Man Like You.

New York, 11-12-29.

Lizzie Miles (vc) Harry Brooks (p)

My Man O’War / Electrician Blues.

New York, 27-1-30.

Lizzie Miles (vc) Porter Grainger (p) Teddy Bunn (g) George Pop Foster (b)

Yellow Dog Gal Blues.

New York, 27-2-30.

Lizzie Miles & Sharkey’s Kings Of Dixieland.

Lizzie Miles (vc) Sharkey Bonano (tr) Jack Delaney (tb) Leonard Centobie (cl) Stan Mendelson (p) Arthur Pons (g) Joe Loyacono (b) Monk Hazel (dr)

Bill Bailey Won’t You Please Come Home.

New Orleans, 25-6-52.chiusura

MILES RON, RONALD GLEN. (tr)

Indianapolis, Indiana. 9/5/1963.

Trombettista dalla tecnica strumentale perfetta, in possesso di una sonorità notevole ed di un fraseggio molto spigliato. Ha iniziato a suonare la tromba a dieci anni e con la famiglia si trasferisce a Denver. Ha ascoltato con attenzione i dischi di Dizzy Gillespie e di Maynard Ferguson e ha studiato e si è diplomato all’Università di Denver nel 1985. Ha anche studiato alla Manhattan School of Music ed all’Università del Colorado. In Colorado ha avuto un lungo rapporto con Fred Hess e ha lavorato con il Boulder Creative Music Ensemble, dal 1987 al 1996 ha fatto parte dell’Outerview Trio, al Jazz Classics Orchestra, con la Creative Works Orchestra e ha diretto dei suoi gruppi. Nel 1992 ha fatto parte della Duke Ellington Orchestra diretta da Mercer Ellington. E’ venuto in Italia con lo show “Sophisticated Lady”, nel 1994 ha fatto parte del gruppo di Bill Frisell, del DJQ20 (Denver Quintet to Octet) ha registrato con Gunther Shuller ed ha insegnato nel 1991 al Metropolitan State College a Denver. Ha dimostrato di possedere una grinta ed un eccletismo impensabile data la ancora breve carriera. Si è anche rivelato un compositore originale e abbastanza prolifico.

Discografia:

Witness.Ron Miles Witness.

Ron Miles (tr) Fred Hess (st-fl) Art Lande (p) Ken Walker (b) Bruno Carr (dr)

Witness / Ugly Beauty / Just Like You / A Flower Is A Lovesome Thing / Pithecanthropus Erectus / Our Time.

(Capri 74014-2 CD)

Northglenn, Colorado, 31-1-89.

.

My Cruel Heart.Ron Miles My Cruel Heart.

Ron Miles (tr) Fred Hess (st) Karl Miles (fl) Eric Moon (p) Al Hammond Moore (org) John Stubbs, Mark McCVoin (sint-campion) Farrell Lowe, Todd Ayres, Eddie Turner, Arnie Swenson, Dave Willy (g) Artie Moore (b) Rudy Roystone (dr)

Finger Palace / Howard Beach / Erase Yourself / My Cruel Heart / Naked / Fire Downtown / Boy Gone / Say It Loud / Rachel Has A Secret / Hosea & Gomer.

(Gramavision GDC 79510) Denver, 1995.chiusura

MILESTONE.

Compagnia discografica e etichetta, fondata da Orrin Keepnews e Dick Katz a New York nel 1966. Nel 1972 ha acquistato la Audio Fidelity ed in seguito la Fantasy. Nel 1978 ha finanziato il gruppo “Milestone Jazzstars” con Rollins, Tyner, Carter e Al Foster, che ha fatto una torunèe negli Satti Uniti ed ha registrato dei dischi. In seguito ha trasferito il catalogo Fantasy nella serie “Original Jazz Classics”.

Discografia:

In Concert.

Sonny Rollins (st-ss) McCoyTyner (p) Ron Carter (b) Al Foster (dr)

The Cutting Edge / Nubia / N.O.Blues.

McCoy Tyner (p) Ron Carter (b)

Alone Together.

Sonny Rollins (st-solo)

Continuum.

Ron Carter (b-solo)

Willow Weep For Me.

Sonny Rollins (st) McCoy Tyner (p)

In A Sentimental Mood.

McCoy Tyner (piano solo)

A Little Pianissimo.

Sonny Rollins (st) McCoy Tyner (p) Ron Carter (b)

Don’t Stop The Carnival.

(Milestone MI 55006 2LP) New York, Settembre-Ottobre 1978.chiusura

MILETTI VLADIMIRO (SCRITTORE)

Trieste, Italia. 1914. – Trieste, Italia. 16/12/1999.

Ha scritto “Aria di Jazz” nel 1934, che è stato il suo libro più famoso. Molto amico di Joh Lewis che ha composto per lui “Trieste”. E’ stato uno dei fondatori del Circolo Jazz di Trieste e del quale ha ricoperto la carica di Presidente nel 1957.chiusura

MILEY BUBBER, JAMES WESLEY. (TR)

Aitken, South Carolina. 19/1/1903. – Welfare Island, New York. 24/5/1932.

Nato in una famiglia di musicisti, il padre e le sorelle avevano un loro gruppo “South Carolina Trio”. Con loro si è trasferito a New York nel 1909 e nel 1920 è entrato nei Carolina Five. Ha suonato in seguito con Willie Gant, ha accompagnato Mamie Smith. Nel 1923 è entrato nei Washingtonians di Elmer Snowden e poi negli stessi diretti da Duke Ellington, con il quale è rimasto sino al 1929. Ha suonato anche con Noble Sissle, poi con King Oliver nel 1930, Jelly Roll Morton, Hoagy Carmichael, Zutty Singleton e Allie Ross. Dal 1930 ha fatto parte dell’orchestra bianca di Leo Reisman. Si dice che durante le tournée, quando suonavano negli stati del sud, lui doveva suonare o dietro una tenda o vestito da valletto del locale dove avveniva l’esibizione. Nel 1931 con l’aiuto finanziario dell’editore Irving Mills ha messo su una sua orchestra con la quale ha lavorato a New York. Specialista in assoli con la sordina, con la caratteristica voce rauca, è stato il creatore dello stile giungla che ha dato all’orchestra di Elligton quella particolare coloratura. Ha collaborato con Duke alla composizione “Black and tan fantasy”.chiusura

MILHAUD DARIUS.

Marsiglia, Francia. 4/9/1892. – Ginevra, Svizzera. 22/6/1974.

Nel 1909 ha iniziato a studiare il violino che ha abbandonato per la applicarsi alla composizione. Nel 1923 in un soggiorno negli Stati Uniti ha scoperto il jazz e nel 1940 è fuggito dall’occupazione nazista e si è rifugiato negli USA dove ha insegnato al Mills College di Oakland e enl 1971 è tornato a Parigi dove ha insegnato al conservatorio ed ha diretto l’orchestra di Radio France. Ha avuto discepoli illustri nel jazz, come Dave Brubeck, Pete Rugolo, Stan Kenton.chiusura

MILITELLO BOB, BOBBY ROBERT PHILIP. (SA-SB)

Buffalo, New York. 25/3/1950.

Ha iniziato a lavorare a Buffalo ed ha accompagnato Tony Bennett, Ella Fitzgerlad e Marvin Gaye. Dal 1977 al 1979 ha fatto parte dell’orchestra di Maynard Ferguson. Tra il 1981 ed il 1984 ha lavorato freelance sempre a Buffalo, ha suonato con Chuck Mangione e poi si è trasferito a Los Angeles dove ha vissuto dal 1984 al 1992 e ha suonato con Bill Holman, con Bob Florence ed in diversi periodi con Dave Brubeck, alternandosi con Bill Smith. Nel 1992 è tornato a Buffalo dove ha lavorato e registrato con Jeff Jarvis. Baritonista sulla scia di Pepper Adams, particolarmente votato alle big bands. chiusura

MILLER BIG, HORACIO CLARENCE. (VC)

Sioux City, Iowa. 18/12/1922. – Edmonton, Alberta, Canada. 9/6/1992.

Ha iniziato la carriera con l’orchestra di Jay McShann, che gli ha dedicato anche il brano “Big Miller Blues”. Ha anche cantato con Count Basie e con Duke Ellington. Nel 1970 ha fatto un tour con Big Joe Turner ed in seguito si è trasferito in Canada. Ha vuto un ruolo importante nella crescita della “Jazz Edmonton Society”. Voce folk-blues dello stesso stile di Jimmy Rushing o di Jimmy Witherspoon, cioè quello di Kansas City. Definito come un urlatore del blues, si dice che la sua forza vocale fosse tale da poter cantare con una grande orchestra senza l’ausiolio del microfono.

Discografia:

Big Miller And His Five Pennies.

Sam Taylor (st) Kelly Owens (p-arr) Mickey Baker (g) Leonard Gaskin (b) Panama Francis (dr) Clifford Curry, Big Miller (vc)

All Is Well / I’m To Understand.

(Savoy 1181) New York, 10-11-55.chiusura

MILLER BILL, WILLIAM. (P)

New York. 3/2/1915. – Montreal. Canada. 11/7/2006.

Dal 1951 è stato il pianista preferito da Frank Sinatra , dal suo debutto al Desert Inn di Las Vegas e lo ha accompagnato sino alla morte del cantante. Ha anche suonato con Tommy Dorsey, Benny Goodman e Charlie Barnet. Dopo la morte di Sinatra si è ritirato, in seguito è stato convinto a riprendere l’attività dal figlio Frank Sinatra Jr. ed al suo fianco ha fatto concerti in tutto il mondo sino alla veneranda età di 91 anni, quando nell’estate del 2006 è stato colto da malore al termine di uno spettacolo, colpito da infarto è morto pochi giorni dopo. chiusura

MILLER EDDIE, EDWARD, RAYMOND MULLER. (ST)

New Orleans, Louisiana. 23/6/1911. – Van Nuys, California. 1/4/1991.

Musicista autodidatta, ha iniziato la carriera come clarinettista in band della sua città, i New Orleans Owls e la Hall Way House Orchestra. Nel 1930 è arrivato a New York dove è entra nel gruppo di Ben Pollack e vi è rimasto dal 1930 al 1934. In seguito ha lavorato con i Dorsey Brothers, Bix Beiderbecke, Bunny Berigan, ha collaborato alla nascita dell’orchestra di Bob Crosby, con il quale ha suonato dal 1935 al 1942 e con Glenn Miller. Dopo la guerra si è stabilito a Los Angeles dove con un gruppo di ex militanti della orchestra di Crosby ha lavorato molto nel cinema. In seguito ha suonato con Nappy Lamare, Red Nichols, Pete Fountain, Vingy Manone, Harry James. E’ venuto in tournée in Italia nel 1985 con la Worlds Greatest Jazz Band. Anche ottimo clarinettista, tipico di New Orleans, dal caratteristico timbro caldo ed attraente specie nel registro basso. Tenorista molto in debito con Bud Freeman, che è riuscito a superare nel ‘39 e’40 arrivando primo nei referendum del Down Beat e Metronome.

Discografia:

Eddie Miller And His Orchestra.

Charles Griffard, Bobby Goodrich, Bruce Hudson (tr) Abe Lincoln, Ed Kisby, Elmer Smithers (tb) Matty matlock (cl-arr) Doc Rando, Ray Lunsdale (sa) Eddie Miller (st) Clyde Roberts (sb) Stan Wrightsman (p) Nappy Lamare (g-cello) Artie Shapiro (b) Nick Fatool (dr) Paul Weston (arr)

The Or Of Parting / Our Monday Date / Yesterdays / (I’m Gonna) Stomp Mr.Henry Lee / (I’m Gonna) Stomp Mr.Henry Lee.

(Capitol) Los Angeles, 4-2-44.

Stesso organico con Martha Tilton (vc)

Everything I Have In Yours / Who Me.

(Capitol) Los Angeles, 22-12-44.

Eddie’s Miller Crescent City Quartet.

Stan Wrightsman (p) Nappy Lamare (g) Bud Hatch (b) Ray Bauduc (dr) Irving Verrett (vc)

Cajun Love Song.

Hollywood, 27-1-45.

Vingy manone (tr) Matty Mattlock (cl) Stan Wrightsman (p) Nappy Lamare (g) Bud Hatch (b) Ray Bauduc (dr) Irving Verrett (vc)

Muskrat Ramble / High Society.

Los Angeles, 27-1-45.

Eddie Miller – Jesse Price And His Bloes Band.

Pete Dailey (corn) Clint Neagley (sa) Eddie Miller (st) Dave Cafanaugh (st-arr) Bob Poland (sb) Tommy Lineham (p-org) Nappy Lamare (g) Harry Babasin (b) Frank Carlson (dr) Jesse Price (vc)

That’s The Way She Feels / Blue Book Boogie / What’s Happening / Just One More Chance / Jump It With A Shuffle / Nagasaky / You Ought To Be In Pictures.

(Capitol) Los Angeles, 20-3-47.

A Portrait Of Eddie.

Dick Cary, Jackie Coon (tr) Bob Enevoldsen (tb,cl) Peanuts Hucko (cl) Dean Kincaide (cl,sb) Eddie Miller (st,vc) Stan Wrightsman (p) Nappy Lamare (g) Ray Leatherwood (b) Nick Fatool (dr)

Louise, Louise / Riverboat shuffle / Rose of Washington Square / Rose of the Rio Grande / I’m gonna stomp Mr. Henry Lee / Tishomingo blues / Black zephyr / I’ve got a crush on you / A letter to three wives / Street of dreams / Lazy mood / It’s easy to remember.

(Blue Angel Jazz Club BAJC509) Los Angeles, 1971.

Lazy Mood For Two.

Eddie Miller (st) Lou Stein (p)

Bag balm boogie / Dizzy fingers / I’ve got a crush on you / Oh, lady be good / I got it bad / Little girl blue / Coquette 1 / Coquette 2 / Lazy mood / I’m gonna sit right down and write myself a letter / Sophisticated lady / Diane / Can’t we be friends ? / Oh ! my !.

(Jazzology JCD-188)

Londra, Novembre 1978.

Eddie Miller Live At Capolinea 1.

Eddie Miller (st) Lino Patruno (g) Carlo Bagnoli (ss-sb) Gianni Acocella (tb) Bruno Longhi (cl) Sante Palumbo (p) Marco Ratti (b) Carlo Sola (dr)

Blues My Naughty Swetie Gives To Me / Sophisticated Lady / The Preacher / Crazy Rhythm / Baby Won’t You Please Come Home / Indiana.

(Carosello CLE 61046)

Capolinea, Milano, 22 Novembre 1978.

Live At Capolinea 2.

Eddie Miller (st) Lino Patruno (g) Carlo Bagnoli (ss-sb) Gianni Acocella (tb) Bruno Longhi (cl) Sante Palumbo (p) Marco Ratti (b) Carlo Sola (dr)

Stumbling / But Not For Me / After You’ve Gone / When You’re Smiling / Medley: I Want To be Happy – Blues For Bob.

(Carosello 21049)

Milano, 22 Novembre 1978.

It’s Miller Time.

George Masso (tb) Eddie Miller (st) John Bunch (p) Milt Hinton (b) Duffy Jackson (dr)

Them there eyes / I’ve gotta be on my way / Just friends / Love is just around the corner / For Eddie by George / Dream / I’ve got the world on a string / After I say I’m sorry.

(Famous Door HL131)

New York, 1979.

Street Of Dreams.

Eddie Miller (st) Johnny Varro (p) Ray Leatherwood (b) Gene Estes (dr)

I never knew / Street of dreams / Cute / Someday you’ll be sorry / Avalon / Linger awhile / Lazy mood / C jam blues / Sunday.

(Magna Graphic Jazz MJ101)

Studio City, California, 10 Febbraio 1982.

chiusura

MILLER EMMETT (VC)

Macon, Georgia. 2/2/1900. – Macon, Georgia. 29/3/1962.

E’ stato uno show minstrel noto per il suo falsetto, tipo voce yodel. Ha influenzato una generazione di cantanti e le sue prime registrazioni risalgono al 1924 con la Okeh, registrando con ottimi musicisti dell’epoca. Ha continuato a lavorare in spettacoli minstrells sino all’età di 50 anni quando era ormai fuorimoda.

Discografia:

With His Georgia Crackers.

Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Stan King (dr) Emmett Miller (vc)

God’s River / I Ain’t Got Nobody / Lovesick Blues / The Lion Tamers.

(Okeh) New York, 12-6-28.

Many Klein o Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Stan King (dr) Emmett Miller (vc)

Anytime / St.Louis Blues.

(Okeh) New York, 9-8-28.

Many Klein o Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Stan King (dr) Emmett Miller (vc)

Take Your Tomorrow / Dusky Stevedore.

(Okeh) New York, 14-9-28.

Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Stan King (dr) Emmett Miller, Charles Chiles (vc)

I Ain’t Gonna Give Nobody None O’This Jelly Roll / (I Got A Woman Crazy For Me) She’s Funny That Way.

(Okeh) New York, 8-1-29.

Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Joe Tarto (b) Stan King (dr) Emmett Miller (vc)

Right Or Wrong / That’s The Good Old Sunny South / You’re The Cream In My Coffee.

(Okeh) New York, 19-1-29.

Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Joe Tarto (b) Stan King (dr) Phil Pavey (vc)

Lovin’Sam (The Sheik Of Alabam) / Nig Bad Bill Is Sweet William Now / The Gost Of The St.Louis Blues.

(Okeh) New York, 5-9-29.

Leo McConville (tr) Tommy Dorsey (tb) Jimmy Dorsey (sa-cl) Arthur Schutt (p) Eddie Lang (g) Joe Tarto (b) Stan King (dr) Phil Pavey (vc)

Sweet Mama (Papa’s Getting Mad) / The Pickaninnie’s Paradise / The Blues Singer.

(Okeh) New York, 12-9-29.chiusura

 

Annunci